Suinetti più forti con il biscotto per scrofe 5 + 5

Da Cura Natura – Il mix alimentare per la fase pre e post parto


biscotto

È indubbio che il lavoro più ingrato spetta a loro, perciò meritano un premio. Non nasce certo solo per questo il “Biscotto per le scrofe 5 + 5” che l’azienda Cura Natura ha introdotto nei suoi sistemi di allevamento suini, ma è anche vero che la gratificazione e la golosità fanno la loro parte. In realtà il biscotto per le scrofe è una nuova soluzione alimentare che racchiude un mix equilibrato di elementi di origine naturale studiati per il benessere fisico, ma anche psichico, nella fase pre e post parto sia della scrofa che dei suinetti.

Quella del parto è la fase più delicata per la vita della scrofa, da cui dipendono le future performance della prole e i buoni risultati dell’allevamento. E proprio dall’alimentazione può venire un apporto determinante per affrontare questo passaggio e quelli successivi in salute e benessere. La ricetta del biscotto è stata elaborata e testata nei laboratori del Gruppo Ferri, storici produttori di alimenti per l’allevamento di cui fa parte anche il “ramo” suinicolo Cura Natura.

Gli ingredienti sono vitamine, oli essenziali come limone, origano e rosmarino, estratti vegetali, fibre e oligoelementi uniti a tannini derivanti da estratti di castagno. Fondamentale è poi la presenza di precotti di semi di lino che arricchiscono l’alimento apportando in giusto equilibrio omega 3 e omega 6, preziosi alleati dell’organismo e potenti antinfiammatori. Un concentrato di salute, insomma, racchiuso in una forma accattivante e croccante, un invito per la scrofa a sgranocchiare con golosità, aumentando anche la salivazione come se avesse letteralmente “l’acquolina in bocca” e riducendo lo stress nella fase di passaggio dal branco alla sala parto. E questo è già un risultato, poiché l’animale in prossimità del “lieto evento” patisce frequentemente di inappetenza e stitichezza.  Una volta assunto, i benefici sono facilmente verificabili: la digestione e l’evacuazione sono facilitate, l’apparato intestinale rimane morbido prima del parto, gli oli essenziali hanno un effetto disinfettante e antibatterico, aumenta la produzione di colostro che rafforza le difese immunitarie nel suinetto.

Già nati più forti da una madre che mangia e beve di più, ben temprati contro le malattie dalle difese immunitarie sviluppate con l’allattamento, più vitali e vivaci (il che evita anche gli episodi di schiacciamento), i piccoli suini si avviano così allo svezzamento con un peso maggiore e carichi di energia.

Cinque giorni prima e cinque giorni dopo il parto in sostituzione del pasto è la formula “5 +5” per la somministrazione ideale del biscotto alle scrofe. Si parte da una quantità di 3 kg a decrescere fino al momento del parto, per riprendere dal giorno successivo fino di nuovo a 3 kg al quinto giorno, dopo di che si torna alla consueta alimentazione.

 

L’articolo è pubblicato sulla Rivista di Suinicoltura n. 2/2017

L’Edicola della Rivista di Suinicoltura


Pubblica un commento