Salame di Varzi, primo semestre la produzione sale del 13%

Da gennaio a giugno ne sono stati prodotti 240mila


salame

Grande impegno per i produttori del Salame di Varzi dop. Concluso il 2015, anno particolarmente positivo che ha praticamente azzerato le riserve nelle famose cantine di stagionatura nella zona di produzione del Salame di Varzi dop, i soci del Consorzio hanno dedicato e concentrato molte energie nella produzione del famoso prodotto.

Il primo semestre, da gennaio a giugno 2016, ha visto così un incremento del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari a 218.631 chili per un totale di 240mila salami prodotti.

La produzione di affettato invece segna valori stazionari mantenendosi in linea al 2015 con circa 29.823 confezioni per un peso di 3.367 kg di prodotto certificato.

Fabio Bergonzi, presidente del Consorzio Salame di Varzi, è molto soddisfatto del risultato e afferma «ci auguriamo che questi dai positivi siano confermati anche a fine anno. Abbiamo un prodotto di ottima qualità e siamo contenti che questa qualità ci venga riconosciuta anche dai consumatori».

 

L’Edicola della Rivista di Suinicoltura


Pubblica un commento