NEWS –

La Dop comincia a essere conosciuta e apprezzata in tutta Italia

Il prosciutto di Modena vola a quota 40mila cosce

SN_13_04_prosciutti_modena

La produzione di prosciutto di Modena dop nel corso del 2012 ha raggiunto quota 140.000 cosce prodotte, per un valore di 10 milioni di euro.

«Il nostro è l’unico prosciutto dop con una stagionatura minima di 14 mesi; questo lo rende un prodotto particolarmente profumato e con un aroma intenso. Inoltre – ricorda Davide Nini, presidente del Consorzio di tutela – il prosciutto di Modena per il suo contenuto minerale e vitaminico e il limitato contenuto di colesterolo, inferiore ad altri tipi di carni, rappresenta un alimento più che bilanciato nell’apporto di grassi e proteine».

Il prosciutto di Modena dop inizia a essere conosciuto in tutta Italia grazie alle campagne promozionali organizzate da importanti catene della gdo.

Le particolari caratteristiche organolettiche e qualitative del prosciutto di Modena rispondono ai seguenti requisiti:

– forma a pera, con esclusione del piedino ottenuta con l’eliminazione dell’eccesso di grasso mediante rifilatura e asportazione di parte delle cotenne e del grasso di copertura;

– peso a fine stagionatura di norma tra 8/10 kg.

– colore rosso vivo del taglio;

– sapore sapido, ma non salato;

– aroma gradevole, dolce e intenso

Attualmente il Consorzio del prosciutto di Modena conta 11 aziende consorziate, con una potenzialità produttiva complessiva di 1.500.000 pezzi, 140.000 dei quali dop. 


Pubblica un commento