Giovanna Parmigiani riconfermata presidente della Federazione nazionale di prodotto Carni suine di Confagricoltura

L’allevatrice piacentina conduce con la sorella l’azienda ad indirizzo suinicolo-zootecnico a Mezzano Dosi, località alle porte di Piacenza



La vicepresidente di Confagricoltura Piacenza, Giovanna Parmigiani, è stata confermata per il secondo mandato alla guida della Federazione Nazionale di Prodotto Carni Suine di Confagricoltura. L’elezione è avvenuta a Palazzo della Valle giovedì 5 marzo. La nota allevatrice piacentina conduce con la sorella l’azienda di famiglia ad indirizzo suinicolo-zootecnico a Mezzano Dosi, una località alle porte di Piacenza. L’azienda Parmigiani, con due allevamenti annessi, Giovanna Parmigiani, è stata confermata, per il secondo mandato, alla guida della Federazione Nazionale di Prodotto complessivamente conta oltre 2000 capi prevalentemente destinati al circuito dop. Giovanna Parmigiani, da diversi mandati membro della Giunta esecutiva di Confagricoltura Piacenza ne è vicepresidente al secondo mandato, laureata in Economia e Commercio, ha un’ulteriore attività per la produzione di salumi d’eccellenza ed un’azienda di produzione di vino in Spagna.

“Una riconferma – commenta Enrico Chiesa, Presidente di Confagricoltura Piacenza – che premia l’impegno sindacale e le capacità imprenditoriali di Giovanna Parmigiani, ne riconosce i risultati chiedendole di proseguire lungo il percorso tracciato. A lei vanno i miei complimenti personali e di tutta Confagricoltura Piacenza”.

Impossibile non ricordare l’impegno di Giovanna Parmigiani a favore dell’intero comparto suinicolo per la definizione di un Piano Nazionale di rilancio del settore, la determinazione che l’ha portata ad aggregare i produttori per la costituzione a livello regionale dell’organizzazione interprofessionale, la costante tensione alla ricerca di soluzioni condivise e le positive relazioni con le Istituzioni, con gli stakehokders economici e con gli organi di controllo e ispezione in materia di sanità e benessere animale.

Giovanna Parmigiani è stata, unica imprenditrice italiana, membro di un gruppo di lavoro a livello europeo impegnato nella definizione e condivisione di buone pratiche per la riduzione dell’antibioticoresistenza ed ha da poco iniziato un nuovo lavoro con un team di esperti europei per la definizione delle migliori pratiche di biosicurezza negli allevamenti. Sua anche la determinazione ad attuare un piano di vaccinazione provinciale che ha reso il territorio piacentino “indenne” dalla malattia d’Aujeszky, importante zoonosi che crea non pochi problemi in allevamento.

”Siamo certi – prosegue Chiesa – che con la conferma di Giovanna Parmigiani al vertice potremo ottenere ottimi risultati. Congratulazioni e in bocca al lupo per un compito certamente non semplice, considerato il momento economico e nello specifico, l’andamento del comparto”.

“Ringrazio della fiducia – commenta Parmigiani – come produttori stiamo, infatti, affrontando un periodo difficile: negli ultimi mesi abbiamo registrato un pesante calo delle quotazioni delle carni, esponenziale rispetto alla leggera flessione dei costi produttivi ed i ricavi continuano a venir meno. Stiamo cercando di ridefinire strategie commerciali attraverso importanti azioni d’aggregazione e differenziando le linee produttive, così da poter interpretare le nuove tendenze di consumo. Mi auguro di poter continuare a portare il mio contributo al settore anche con il supporto delle adeguate azioni sindacali. Da parte mia – conclude Parmigiani – proseguirò nel lavoro già iniziato con massimo impegno, così come in tutti gli incarichi che l’Associazione mi ha affidato”.

 


Pubblica un commento