AZIENDE E PRODOTTI –

Consente agli allevatori di identificare facilmente la chetosi subclinica

Elanco: Il test del latte Keto-TestTM da effettuare direttamente in stalla

elanco_keto_test

La chetosi nelle vacche da latte rappresenta un problema comune nelle prime settimane post parto, ma spesso i casi subclinici non vengono diagnosticati e le conseguenze possono rivelarsi piuttosto costose. Per aiutare gli allevatori ad identificare facilmente la chetosi all’interno delle loro man-drie, Elanco ha lanciato il test rapido Keto-Test™ che misura i livelli di corpi chetonici nel latte, utilizzabile direttamente in stalla.
Keto-Test™ è rapido e facile da usare: per ottenere una valuta-zione precisa della presenza di chetosi subclinica o “nascosta” sono necessari solo pochi minuti.

Keto-Test™ utilizza strisce reattive con gradazione di colore per misurare i livelli del chetone be-ta-idrossibutirrato (BHBA) nel latte.
Maggiore è la concentrazione di BHBA nel latte, più intensa risulta la colorazione viola delle strisce Keto-Test™. Un risultato positivo alla chetosi subclinica o “nascosta” viene definito come livello di BHBA nel latte superiore o uguale a 100µmol/litro.

E’ stata dimostrata elevata correlazione tra i risultati Keto-Test™ e quelli ottenuti in laboratorio su campioni di sangue.

Per monitorare i livelli della chetosi nelle mandrie, Keto-Test™ dovrebbe essere utilizzato ogni due o tre settimane sulle vacche dai 2 a 21 giorni post parto. Il test deve essere effettuato su un numero minimo di 12 vacche. Se oltre il 25% delle vacche sottoposte al test risulta positivo, è consigliabile contattare il veterinario e il nutrizionista della mandria.

Elanco Animal Health Italia, consulente tecnico Dr.ssa Francesca Archilei spiega: “Keto-Test™ è uno strumento economico che consente agli allevatori di monitorare costantemente il bilancio energetico negativo delle vacche nella prima fase di lattazione per identificare i casi di chetosi subclinica. E’ stato dimostrato che la chetosi subclinica o “nascosta” aumenta in misura significativa il rischio di problemi sanitari come la dislocazione dell’abomaso, riduce la produzione di latte e minaccia la fertilità.”

La Dott.ssa. Francesca Archilei aggiunge: “Monitorando proattivamente le mandrie per individua-re l’eventuale presenza di chetosi, gli allevatori possono collaborare con i loro veterinari e nutri-zionisti riuscendo ad adottare tempestivamente misure atte a prevenire gli effetti negativi della chetosi nascosta su salute, fertilità e redditività della mandria.”

Ogni kit di test Keto-Test™ di Elanco contiene 20 strisce e una tabella cromatica.


Dott.ssa Francesca Archilei

Per maggiori informazioni:
Elanco Animal Health Italia
Dr. Francesca Archilei
Consulente Tecnico per i Ruminanti
e-mail: archilei_francesca@elanco.com
tel. +39 055 4257031

sito www.elanco.com


Pubblica un commento